Il Tiglio e le sue specie (Parte 1/3)

Tra maggio e Giugno lo splendido profumo dei fiori di questo albero riempiono boschi, giardini e strade donando una incantevole poesia alle nostre passeggiate. Le infiorescenze per preparare infusi e tisane vengono raccolte proprio in questo periodo, mi ricordano gestiti antichi ed amorevoli cure. Quale momento migliore allora per parlare di questo albero dal portamento maestoso e del suo millenario legame che lo unisce all’uomo.

Esistono almeno 4 specie principali di Tiglio diffuse nel nostro paese: il Tiglio selvatico (Tilia cordata), il Tiglio nostrano (Tilia platyphyllos), il Tiglio argentato (Tilia tormentosa) ed il Tiglio americano (Tilia americana). Vorrei prima di tutto fare una breve presentazione di queste specie per darvi la possibilità di tentare un riconoscimento qualora vi dovesse capitare di soffermarvi vicino.

Tiglio selvatico

Il Tiglio selvatico (Tilia cordata) cresce di solito in boschi misti decidui e raggiunge una altezza media di 25 metri . Le foglie cuoriformi sono larghe 3-8 cm a margine seghettato con la pagina superiore di colore verde scuro e quella inferiore blu-verde e picciolo glabro. L’infiorescenza è formata da 4-10 fiori con con brattea alata lunga 4-8 cm, i fiori sono di colore bianco-giallastro mentre giovani germogli e gemme da verde oliva a rossastro.

Tiglio nostrano

Il Tiglio nostrano (Tilia platyphyllos) cresce in boschi decidui, di forra e montani raggiungendo in media i 30 metri. L’emissione del fogliame e la fioritura avviene circa 2 settimane prima del Tiglio selvatico (Tilia cordata) e può raggiungere i 1000 anni di età. Le foglie cuoriformi a margine seghettato non sono simmetriche, larghe 5-15 cm con pelosità sulla pagina inferiore agli angoli delle nervature, picciolo e germogli pelosi. L’infiorescenza con 2-5 fiori con brattea lunga 5-12 cm e i fiori sono di colore bianco-giallastro.

Tiglio argentato

Il Tiglio argentato (Tilia tormentosa) raggiunge in media i 30 metri ed è uno delle varietà più diffuse nei parchi e nelle strade dell’Europa centrale e meridionale, insieme al Tiglio comune (Tilia vulgaris). I suoi fiori sbocciano circa 2 settimane dopo quelli del Tiglio selvatico (Tilia cordata). Le foglie cuoriformi sono larghe 4-13 cm a margine grossolanamente seghettato, pagina superiore di colore verde lucido e pagina inferiore fittamente feltrata di colore grigio chiaro. L’infiorescenza con 5-10 fiori di colore biancastro giallo..

Tiglio americano

Il Tiglio americano (Tilia americana) arriva ad una altezza media di 25 metri con i rami spesso penduli. Le foglie cuoriformi sono disuguali alla base di un colore giallo-verde larghe 10-25 cm con la pagina superiore di colore verde scuro e quella inferiore più chiara con ciuffi color ruggine nelle ascelle e nervature primarie. Il frutto è una noce sferica con guscio spesso. Le infiorescenze sono formate da 6-20 fiori.

Può raggiungere in via eccezionale anche quarantacinque metri, ma ciò dipende dalla potatura. È uno dei pochi alberi forestali che viene impollinato dagli insetti. Esiste una specie di afide che preferisce i tigli e trasuda una sostanza mielosa e appiccicosa che attira gli insetti, particolarmente le api, cosicché in estate i tigli brulicano del ronzio e del movimento degli insetti. (Tony Soper)

Post navigation

Il Frassino (Parte 1/2)

FOREST THERAPY (Introduzione)

Il Tiglio nei miti e nelle leggende (Parte 3/3)

Il Tiglio nella tradizione (Parte 2/3)